“Eko camp non c’è più”. Atene sgombera l’ultimo campo migranti indipendente

“Eko camp non c’è più”. Atene sgombera l’ultimo campo migranti indipendente

Dopo lo sgombero della tendopoli di Idomeni il 24 maggio, era iniziato il conto alla rovescia per azioni simili anche nelle altre tendopoli ‘indipendenti’. La polizia greca è entrata in azione lunedì 13 maggio alle 7 mattino a Eko camp, una tendopoli complessa e difficile da vivere, ma ‘sostenibile’ per gli oltre 1000 ospiti in gran parte curdi siriani, aiutati da volontari e attivisti internazionali. Le operazioni di sgombero sono avvenute con ordine, senza particolari episodi di violenza salvo le sassaiole da parte dei militanti di Alba Dorata che hanno accolto in questo modo i nuovi arrivati nel campo governativo di Vasilika, posto a sudest di Salonicco. Nelle stesse ore sono stati liberati anche i campi di Hara e BP a Evzoni, centro del traffico di esseri umani diretto in Macedonia e Serbia.