In Karakorum, sulle tracce dei talebani e di Alessandro Magno. Da Alpinismi

In Karakorum, sulle tracce dei talebani e di Alessandro Magno. Da Alpinismi

Sfioriamo il confine afgano di un centinaio di metri, fino a raggiungere il tunnel di Lowari, considerato un obbiettivo sensibile dei talebani, per questo circondato da diverse postazioni militari. Il pulmino stracarico avanza a fatica sulla strada sterrata e quando tentiamo di guadare un torrente, le ruote finiscono tra i sassi. Bisogna scendere, alleggerire il mezzo e spingerlo fuori, oltre il guado. La temperatura non è di 5 gradi ma due ragazzi in sandali entrano comunque nell’acqua…

Libri. “Cantare tra le mani”. Un viaggio tra gli Ismailiti dell’Hindukush”. Di Martino Nicoletti.

Libri. “Cantare tra le mani”. Un viaggio tra gli Ismailiti dell’Hindukush”. Di Martino Nicoletti.

Nato in occasione di un lungo viaggio del suo autore nella regione montuosa dell’Hindukush, fra Pakistan e Afghanistan, il libro offre un inedito spaccato della vita e dell’universo spirituale degli Ismailiti, uno dei gruppi più affascinanti e controversi dell’Islam sciita, oggi posto a diretto confronto con la minaccia talebana.

East 48 in edicola. Le tigri d’Oriente.

East 48 in edicola. Le tigri d’Oriente.

Le tigri d’Oriente è il titolo di east 48, il numero di luglio-agosto. Il titolo vuole riferirsi al dossier di approfondimento sull’India e sulla Cina, i due giganti che dettano i ritmi della crescita planetaria. Condannate a correre, le due potenze sono di certo straordinarie,  ma anche pericolose fragilità. Con il celebre appellativo “La tigre e […]

Il Pakistan al bivio?

Il Pakistan al bivio?

Di Davide Torri. La Corte Suprema del Pakistan ha ordinato l’arresto dell’attuale Primo Ministro, Parvez Ashraf, assieme ad altre sedici persone. Il Primo Ministro dovrebbe comparire davanti all’alta corte domattina: e’ accusato di corruzione in relazione ad un progetto idroelettrico. Nove compagnie del settore avrebbero ottenuto finanziamenti statali per 22 miliardi di rupie, senza mai […]

Pakistan e Cina assieme sul nucleare. Islamabad: “lo facciamo per fini pacifici”

Pakistan e Cina assieme sul nucleare. Islamabad: “lo facciamo per fini pacifici”

Pakistan e Cina sempre più vicini sul nucleare. La diffidenza di New Delhi non scompone il governo di Islamabad, che replica rivendicato il diritto ad avere nuove fonti energetiche come il nucleare civile. Sempre in bilico la bilancia geopolitica dell’Asia Meridionale.

EST – Un coraggioso esempio di scuola mista nel nord del Pakistan

EST – Un coraggioso esempio di scuola mista nel nord del Pakistan

La Stars’ land Grammar School è un progetto educativo e didattico a cui Syed Muzafar Hussain e sua moglie Samila hanno dato vita nel villaggio di Buni, a pochi kilometri dal confine afghano. Al fine di dare un’educazione primaria soprattutto a bimbi che provengono da famiglie disagiate, i due insegnanti puntano alla socializzazione e allo sviluppo delle relazioni interpersonali, offrendo un modello educativo che offra strumenti concreti ed efficaci per affrontare le sfide di un mondo globale. Non a caso accanto all’insegnamento delle lingue ufficiali (urdu e islamyat) è previsto l’insegnamento della lingua inglese con la possibilità di accedere ad una piccola biblioteca e ad un rudimentale laboratorio linguistico.

L’Iran lancia un ultimatum all’India sul programma di approvvigionamento di gas IPI. Teheran andrà avanti con il Pakistan

L’Iran lancia un ultimatum all’India sul programma di approvvigionamento di gas IPI. Teheran andrà avanti con il Pakistan

Il progetto IPI, il gasdotto che dovrebbe collegare Iran Pakistan e India, rischia di slittare ancora per l’incertezza di New Delhi. Teheran lancia un ultimatum al governo indiano: “prendete una decisione o ci accorderemo con il Pakistan”.

Pakistan: rapito commissario americano delle Nazioni Unite

Rapito cittadino americano in Pakistan. Si tratta di un funzionario delle Nazioni Unite, prelevato in seguito ad un blitz armato da parte di alcuni miliziani nella regione meridionale del Belucistan.

L’analisi: Mumbai e la crisi nel Subcontinente Indiano

L’analisi: Mumbai e la crisi nel Subcontinente Indiano

Quanto accaduto il 26 Novembre a Mumbai ha segnato un momento di svolta importante negli equilibri del Subcontinente Indiano. L’India subisce il colpo e finisce al tappeto, innescando una grave crisi di immagine per il Governo Singh e il partito del Congresso, costretti ora a recuperare sull’opposizione in vista delle prossime elezioni nazionali. Il Pakistan respinge le accuse di responsabilità, rendendosi pronto a collaborre, intanto gli Usa giustificano il “diritto a difendersi” di New Delhi, colpita da quello che viene visto come il nuovo 11 Settembre. Lo scenario si complica, ecco una chiave di lettura…

Ancora l’India nelle mire del terrorismo islamico, e l’Occidente sta a guardare

Ancora l’India nelle mire del terrorismo islamico, e l’Occidente sta a guardare

Dal 2001 è drammaticamente aumentata la presenza del terrorismo islamico in India. Si tratta di una strategia di internazionalizzazione attuata da numerose cellule provenienti da Pakistan e Bangladesh. Centinaia le vittime di decine di attentati, e l’Occidente sembra non cogliere il problema.

Il futuro del Pakistan al bivio: democrazia o guerra civile. La decisione spetta agli elettori

Il futuro del Pakistan al bivio: democrazia o guerra civile. La decisione spetta agli elettori

Mancano pochi giorni al 18 febbraio, quando in Pakistan milioni di cittadini saranno chiamati alle urne per eleggere il nuovo premier. Dopo anni di dittatura militare guidata da Pervez Musharraf, andato al potere con un colpo di stato nel ’99, le elezioni che dovrebbero rappresentare una svolta democratica per il futuro del Pakistan rischiano di […]