Dopo l’uccisione di Bin Laden, Gilani chiude con Washington. “Il rapporto ISI-CIA è finito”

Dopo l’uccisione di Bin Laden, Gilani chiude con Washington. “Il rapporto ISI-CIA è finito”

.. a morire erano presunti Taliban o civili senza nome in qualche radura nelle aree tribali, freddati dalle bombe intelligenti dei droni sguinzagliati senza autorizzazione oltre la Linea Durand, lo smacco era gestibile. Bastava qualche colpo di tosse ai microfoni, magari una donazione in dollari per costruire case sopra i crateri delle esplosioni, e Gilani usciva dall’ennesima bufera limitando i danni

I misteri di Abbottabad, di Davide Torri. Parte prima: la strana storia della resurrezione di Umar

I misteri di Abbottabad, di Davide Torri. Parte prima: la strana storia della resurrezione di Umar

Indika pubblica la prima parte dell’articolo di Davide Torri sui fatti ormai celebri di Abbottabad. Di estremo interesse la ricostruzione che l’autore fa degli eventi direttamente collegati all’uccisione di Osama Bin Laden, avvenuta tra il primo e il 2 maggio scorso. Gli spunti di riflessione e di analisi sono molti. Indika presenta oggi la prima parte.

Bin Laden è in Pakistan. La CIA chiede aiuto ad Islamabad per catturarlo.

Bin Laden è in Pakistan. La CIA chiede aiuto ad Islamabad per catturarlo.

La CIA è certa che Osama Bin Laden sia nascosto in Pakistan. Lo ha annunciato il direttore Leon Panetta, auspicando un impegno congiunto delle forze armate pakistane con gli Stati Uniti per catturarlo. Il Pakistan è a tutti gli effetti il nuovo palcoscenico della lotta al terrorismo.