Terroristi pakistani e Maoisti: ecco le minacce alla sicurezza dell’India

Terroristi pakistani e Maoisti: ecco le minacce alla sicurezza dell’India

New Delhi teme nuovi attentati da parte dei militanti pakistani infiltrati allinterno del confine indiano. Sono soprattutto membri del Lashkar-i-Taiba e del Jaish-i-Mohammad, organizzazioni in lotta per la liberazione del Kashmir dall’occupazione indiana. E’ quanto emerso all’apertura della tre giorni sulla sicurezza, iniziata ieri nella capitale alla presenza del ministro dell’Interno Chidambaram. L’altra grande sfida che il governo deve affrontare riguarda i Maoisti, operanti ormai in ben 20 dei 28 stati dell’Unione indiana. Tanto basta a rendere quanto mai fragile la democrazia più popolosa al mondo.

Liberato Hafiz Mohammad Saeed l’ispiratore degli attentati di Mumbai. Dagli Usa pesanti critiche al governo del Pakistan

Liberato Hafiz Mohammad Saeed l’ispiratore degli attentati di Mumbai. Dagli Usa pesanti critiche al governo del Pakistan

Hafiz Mohammad Saeed, leader del gruppo terroristico che architettò gli attentati dello scorso novembre a Mumbai torna in libertà. Si tratta di un duro colpo alla credibilità del Pakistan come alleato nella lotta al terrorismo islamico, e gli Stati Uniti potrebbero perdere la pazienza.