L’ India punta sull’energia solare. Modi capofila al COP21 di Parigi

L’ India punta sull’energia solare. Modi capofila al COP21 di Parigi

Al COP21 di Parigi Narendra Modi ottiene la guida dello Iasta. L’energia solare è l’unica soluzione per ridurre le emissioni globali di CO2 e favorire lo sviluppo dei popolazioni rurali depresse. La nuova alleanza solare comprende 120 nazioni ed è spalleggiata dal presidente francese Hollande. Aumentare gli investimenti, sviluppare l’energia e abbattere i costi della tecnologia sono le condizioni essenziali per voltare pagina e rivoluzionare la cultura energetica universale.

La deriva energetica dell’India innesca la corsa alle rinnovabili. Da East 38

La deriva energetica dell’India innesca la corsa alle rinnovabili. Da East 38

Cresce di anno in anno il deficit energetico indiano. Le privazioni in atto e la domanda crescente hanno costretto New Delhi ad avviare nuove strategie volte allo sfruttamento delle risorse nazionali, a partire da sole, acqua e vento, poi anche uranio e rifiuti. Ecco la svolta verde dell’India. Da East 38

Manca energia in India, la piaga dei blackout lontana da una soluzione

Manca energia in India, la piaga dei blackout lontana da una soluzione

Generazioni di indiani si sono confrontati con la piaga dei blackout energetici. Oggi, mentre l’India si sta imponendo come superpotenza, vaste aree del paese non ricevono ancora energia elettrica, mentre nelle città si spengono puntualmente le luci. Il gap energetico indiano va superato, in ballo c’è la sostenibilità dello sviluppo del Paese.

L’India punta sull’energia solare. Entro il 2020 saranno in funzione impianti per 20 gigawatt

L’India punta sull’energia solare. Entro il 2020 saranno in funzione impianti per 20 gigawatt

L’India è giunta alla sua ‘svolta ecologica’. Con la National Solar Mission, New Delhi promette nuovi investimenti nelle energie rinnovabili, con il fotovoltaico in prima linea. Entro il 2020 funzioneranno impianti solari per 20 gigawatt. Il governo punta sull’obbligatorietà degli approvvigionamenti energetici per hotel, ospedali ed edifici statali. L’India resta tuttavia ancora schiava del carbone.