Alla scoperta dell’India. Scale culturali per risalire il mercato indiano

Alla scoperta dell’India. Scale culturali per risalire il mercato indiano

L’economia indiana non è più una semplice alternativa alla Cina, ma si tratta di una realtà ormai matura, indispensabile alle imprese occidentali per internazionalizzarsi. La complessità dell’India richiede però un approccio culturale specifico. Di questo e altro si parlerà lunedì prossimo, nel corso di un focus che coinvolge Università e impresa. Per saperne di più

L’Italia delle imprese guarda all’India. Il convegno presso Confindustria Modena

L’Italia delle imprese guarda all’India. Il convegno presso Confindustria Modena

L’India è una delle economie più vivaci del pianeta. Merito della flessibilità mentale dgli abitanti, a partire da uomini d’affari e manager, cui si aggiunge una tradizione imprenditoriale di lunga data, con caratteristiche del tutto simili a quella italiana. Lunedì presso Condindustria Modena si parlerà delle opportunità offerte dall’India, cercando nel contempo di fugare dubbi e stereotipi che spesso intimidiscono gli investitori occidentali, per primi gli italiani.

L’economia indiana si riprende più in fretta del previsto. Ecco l’aggiornamento.

L’economia indiana si riprende più in fretta del previsto. Ecco l’aggiornamento.

L’India spera di uscire prima del tempo dalla crisi economica. Merito dei buoni risultati ottenuti nel primo trimestre dell’anno, con una crescita dello 0,6% superiore alle previsioni. Tanto è bastato a riportare ottimismo tra gli investitori e a diffondere rinnovato ottimismo su tutti i fronti. Parte bene il nuovo governo Singh, cui spetterà il compito di trainare la terza economia asiatica nel suo periodo più difficile.

Nano, l’auto più economica del mondo alla conquista dell’India. Per Tata Motors potrebbe essere l’inizio della ripresa

Nano, l’auto più economica del mondo alla conquista dell’India. Per Tata Motors potrebbe essere l’inizio della ripresa

Tata Motors da oggi lancia sul mercato la Nano, l’automobile più economica al mondo. Grandi le attese per il colosso indiano dell’automobile, che negli ultimi 12 mesi è stato colpita da quella che gli esperti chiamano “una tempesta perfetta”, costata il 75% di perdita di valore delle azioni. Ecco che l’auto che doveva consacrare il gruppo di Ratan Tata, si sta trasformando in una sorta di ancora di salvezza, necessaria per rilanciare le vendite in fretta, prima che agguerriti competitors mettano le mani su decine di milioni di indiani pronti a lasciare il motorino per le quattro ruote.