New Delhi torna lungo il confine indo-cinese. Il ministro della Difesa Antony vola a Nordest

New Delhi torna lungo il confine indo-cinese. Il ministro della Difesa Antony vola a Nordest

Il ministro della Difesa Antony parte alla guida di una missione ufficiale nel Nordest dell’India. Infrastrutture e posizonamento strategico le ragioni principali del viaggio, in un’area dove sono forti gli attriti tra esercito di New Delhi e Pechino. L’approfondimento su Indika.

È crisi diplomatica tra India e Cina su Arunachal Pradesh e Kashmir pakistano

È crisi diplomatica tra India e Cina su Arunachal Pradesh e Kashmir pakistano

Si fa pesante la crisi diplomatica tra governo indiano e cinese. La Cina accetta di cooperare con il Pakistan nella realizzazione di nuove infrastrutture nell’Azad Kashmir. Agli occhi di New Delhi (e non solo), si tratta di una pericoloso legittimazione dell’autorità pakistana in quella parte della regione, oggetto di 3 guerre e di un’interminabile contesa tra India e Pakistan. Pechino dal canto suo critica le strategie politiche del governo Singh in Arunachal Pradesh, considerato territorio spettante alla Cina.

Le forze aeree indiane sono troppo deboli. Impossibile il confronto con la Cina

Le forze aeree indiane sono troppo deboli. Impossibile il confronto con la Cina

L’India punta a ridurre il gap militare con la Cina. Impossibile ora fronteggiare le principali problematiche di sicurezza ai confini. La denuncia dei comandanti di aeronautica e marina: servono più aerei e maggiori spese militari. La minaccia di Pechino incombe sui confini indiani.