Venezia. Frontiers Reimagined: Art That Connects Us. Di Gianni Dubbini

Venezia. Frontiers Reimagined: Art That Connects Us. Di Gianni Dubbini

Frontiers Reimagined: Art That Connects Us: 44 artisti e 25 paesi a Venezia per la Tagore Foundation International  di Gianni Dubbini Venezia, dal 9 maggio al 22 novembre 2015. La mostra che in questi giorni di Biennale veneziana è stata aperta nella maestosa cornice del cinquecentesco Palazzo Grimani, pur non essendo una retrospettiva a tema unico […]

L’India in mostra all’arsenale di Venezia

L’India in mostra all’arsenale di Venezia

Venezia. I misteri e la cultura dell’India rivivono in una delle più grandi mostre di arte contemporanea indiana, ‘India-The Revealed Mysteries‘, dal 5 giugno al 30 settembre all’Arsenale di Venezia, con complessivamente 100 opere di 28 artisti fra i quali Subodh Gupta che si rifa’ alla lezione dei dadaisti, Ravinder Reddy, considerato il senior della new wave indiana e […]

Finestra sull’arte indiana: L’arte moderna (XIX- XX secolo)

Finestra sull’arte indiana: L’arte moderna (XIX- XX secolo)

A cura di Monica Guidolin L’architettura moderna indiana è essenzialmente di due tipi, religiosa e civile. Se ci si sofferma sull’architettura religiosa più recente, si può sostenere che tale tipologia artistica ha cessato di innovarsi e di proporre nuovi modelli, limitandosi a riprendere temi antichi presi a prestito sia dall’arte dell’Orissa (Birla mandir a Delhi) […]

M. F. Husain: il Picasso indiano. Di Luca Siniscalco

M. F. Husain: il Picasso indiano. Di Luca Siniscalco

Da LUUK MAGAZINE, a cura di Luca Siniscalco Tale definizione è stata coniata dalla rivista “Forbes”, che nel 2006 ha voluto esprimere con un audace paragone  il valore artistico di una delle figure indiane più discusse degli ultimi anni. Il legame non è certo casuale: Husain mostra nelle proprie opere una attenta ricezione degli stilemi […]

Giovani talenti indiani protagonisti negli atelier internazionali.

Giovani talenti indiani protagonisti negli atelier internazionali.

Provengono dai margini delle grandi metropoli, studiano negli istituti d’arte ma la loro esperienza matura in ambito urbano, dal confronto con le proprie origini. Sono i giovani talenti dell’arte contemporanea indiana, autori d’avanguardia passati in pochi anni dal quasi anonimato ai più prestigiosi atelier internazionali, innescando nuove tendendenze nelle case d’asta di tutto il mondo. Nuove firme per nuovi mercati dunque, sempre più rivolti all’Asia, così come la geografia della ricchezza, definitivamente orientata su Cina, India, Russia e Paesi Arabi.