Elezioni Indiane. Il Congresso prepara le riforme, e il BJP rimpiange l’occasione perduta

Elezioni Indiane. Il Congresso prepara le riforme, e il BJP rimpiange l’occasione perduta

Nel corso di un incontro con la stampa, il premier indiano Manmohan Singh ha ribadito la volontà del Congresso di attuare le riforme promesse in campagna elettorale. Mentre il partito presieduto da Sonia Gandhi guarda al futuro, per il BJP non resta che ammettere i propri sbagli, a partire dagli eccessi di una campagna elettorale incentrata sul fondamentalismo hindu.

Elezioni indiane: dopo il voto l’India rischia il limbo politico.

Elezioni indiane: dopo il voto l’India rischia il limbo politico.

Mancano due giorni in India all’apertura delle urne per le elezioni generali. Se fino a poche settimane fa la corsa al governo di New Delhi era un’esclusiva del Congress Party e del Bharatya Janata Party, di recente si è aggiunta la coalizione di sinistra del Third Front, guidata dal Communist Party of India. Molti gli scenari aperti, ma di certo la seconda nazione più popolosa al mondo necessita di un governo forte, in grado di froteggiare le profonde difficoltà che stanno colpendo il Paese. Crisi economica, perdita di posti di lavoro, emergenza terrorismo e fragilità interna sono le tematiche principali. L’analisi su Indika.it

Elezioni indiane: il premier Manmohan Singh in sala operatoria, il testimone passa a Rahul Gandhi

Elezioni indiane: il premier Manmohan Singh in sala operatoria, il testimone passa a Rahul Gandhi

A pochi mesi dalle elezioni generali, il premier uscente Manmohan Singh potrebbe cedere la guida del Congress Pary al giovane Rahul Gandhi. Colpa del peggioramento delle condizioni fisiche di Singh, che domani subirà un bypass coronarico in una clinica di New Delhi, cui seguiranno 3 settimane di degenza. Nel frattempo prosegue la campagna elettorale. Tra i temi centrali l’economia, l’emergenza terrorismo e le crescenti tensioni con il Pakistan.