Per febbraio un muro di 900 chilometri tra Turchia e Siria

Per febbraio un muro di 900 chilometri tra Turchia e Siria

Entro febbraio, la Turchia completerà la costruzione di una fortificazione lungo il confine siriano. Una volta ultimata, l’opera sarà lunga 900 chilometri e dovrebbe prevenire il passaggio illegale al confine di armi, terroristi e rifugiati siriani in fuga dalla guerra. Altrettanto importante ma meno enfatizzata è la funzione di contenimento delle forze curdo-siriane al confine, ritenute da Ankara una minaccia per la stabilità interna del Paese, a causa dei legami dei curdi siriani con il PKK, temuti dal governo turco.

Speciale migranti. Samos, l’isola diventata prigione per rifugiati. Da Il Manifesto

Speciale migranti. Samos, l’isola diventata prigione per rifugiati. Da Il Manifesto

Grecia, isola di Samos. “Siamo esseri umani ma ci trattano come animali. Questa è una prigione, aiutateci!”. È il messaggio lanciato da un gruppo di pachistani, afgani e migranti del Bangladesh reclusi da sabato nel Blamari camp dell’isola di Samos, ad un miglio marino dalla costa turca. Quello che fino alla scorsa settimana era un centro di accoglienza cui si poteva accedere liberamente, è stato trasformato in hotspot a seguito dell’accordo tra UE e Turchia. Reportage di E. Confortin