Da Peace Reporter di oggi

Islamabad 16 febbraio 2009. Concessa la sharia in cambio della fine della rivolta I talebani pachistani della Valle di Swat hanno vinto: il governo ha accettato di imporre nel distretto la sharia, la legge islamica, in cambio della fine della rivolta armata. I guerriglieri del Movimento per l’applicazione della legge di Maometto (Tehreek e-Nafaz e-Shariat e-Mohammadi, Tnsm) guidati da Maulauna Fazlullah, dopo aver resistito per settimane all’ennesima offensiva militare dell’esercito, hanno ottenuto quello che volevano – la sharìa – accettando di deporre definitivamente le armi. “Dopo un positivo negoziato – ha dichiarato il governatore delle Province Nord-occidentali (Nwfp), Amir Haider Khan Hoti, del partito laico ‘Awami’ – tutte le leggi non islamiche che contrastano con il Corano e la Sunna verranno abrogate e considerate nulle”. I talebani di ‘Mullah Radio’ – così chiamato per la sua passione per le prediche radiofoniche – avevano preso il controllo dell’ex località turistica di Swat, sulle montagne a nord di Islamabad, nell’autunno del 2007. Ripetute operazioni militari dell’esercito non sono servite a ristabilire l’autorità governativa su queste splendide vallate, divenute col tempo un feudo inespugnabile del Tnsm. Nessuna reazione finora da Washington, fortemente contraria a ogni negoziato con i talebani pachistani.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.