Kathmandu, 21 Dicembre 2009. Maoisti in piazza nella capitale del Nepal. Ieri, una nutrita folla di nepal-peoples-liberation-armysostenitori del partito di estrema sinistra si è riversata nelle strade, dando il via ad una tre giorni di scioperi e proteste contro l’attuale governo. Nel corso della manifestazione sono stati bloccate tutte le attività commerciali della città, imponendo anche il blocco parziale delle strade. La tre giorni di proteste è stata voluta dal partito guidato dal leader Prachanda, per rivendicare il diritto di tornare al potere, in quanto, come riporta l’agenzia Reuters, ritengono di essere stati estromessi con una procedura “incostituzionale”. Il riferimento va a sette mesi fa, quando l’allora premier Prachanda non riuscì ad ottenere le dimissioni del capo dell’esercito, a causa dell’intromissione del presidente della Repubblica che, secondo i Maoisti, andò a sovrastare la sovranità del governo civile.
Stando a quanto riportato dai media, i manifestanti hanno percorso le vie della città sventolando bandiere con la falce e il martello. Quattro automobili sono state date alle fiamme in segno di protesta, ma i toni della protesta non hanno mai varcato il limite, così come promesso alla vigilia da Prachanda, ma anche per effetto degli ingenti spiegamenti di truppe anti-sommossa lungo il percorso del corteo.
Secondo gli analisti, la ripresa degli scontri tra ‘ribelli’ Maoisti e governo ha minato gravemente il processo di pace che aveva interrotto i dieci anni di guerra civile, rallentando nettamente lo sviluppo di una delle Nazioni più povere al mondo.

3 Responses to "Nepal: manifestazioni dei Maoisti contro il Governo."

  1. Emanuele Confortin  23 dicembre 2009

    Ciao Monica,

    grazie per la tua indicazione. Oggi farò in modo di pubblicare un post di aggiornamento.

    Buone feste

  2. monica  22 dicembre 2009

    ci sono novità da kathmandù?
    cosa sta succedendo? oggi dovrebbero essere finiti i 3 giorni di sciopero…

  3. sonia  22 dicembre 2009

    I miei amici sono molto preoccupati
    temono il ritorno ad una situazione precedente al 2007
    cerco di tenermi aggiornata ma le comunicazioni non sono facili.
    A questo punto non so se sperare un reinserimento dei nepalesi nel governo!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.