Kashmir

Asia meridionale

Base aerea indiana sotto attacco. Nel mirino dialogo India-Pakistan

Base aerea indiana sotto attacco. Nel mirino dialogo India-Pakistan

Militanti pachistani attaccano base dell’aeronautica militare indiana vicino al confine. Non ancora definito il numero delle vittime. Si tratta di un tentativo di minare la ripresa del dialogo di pace tra India e Pakistan, rilanciato dalla recente visita a sorpresa del premier indiano Modi a Lahore, dalla controparte Sharif.

India, Cina e Pakistan tra i primi importatori di armi al mondo. Continua la super-militarizzazione dell’Asia

India, Cina e Pakistan tra i primi importatori di armi al mondo. Continua la super-militarizzazione dell’Asia

Negli ultimi 5 anni l’India ha conservato il primato di maggiore importatore di armi al mondo. La Cina scivola in quarta posizione, al pari del Pakistan. Sempre gli Stati Uniti in cima alla lista dei produttori, con Russia, Germania, Francia e UK a seguire. Ecco alcuni dati, oltre a qualche spunto.

Spari e tre morti lungo il confine Indo-Pakistano. Il confronto prosegue anche sui media

Spari e tre morti lungo il confine Indo-Pakistano. Il confronto prosegue anche sui media

Scontro a fuoco lungo il confine Indo-Pakistano, in Kashmir. Tre le vittime tra i soldati di Islamabad. Al confronto sul campo di battaglia, segue quello mediatico. Ecco i fatti e la rielaborazione ‘filtrata’ delle notizie dai rispettivi quotidiani nazionali… un punto di vista diverso.

Eroina e oppiacei invadono le strade della Nuova India. Da East 37.

Eroina e oppiacei invadono le strade della Nuova India. Da East 37.

Cari lettori, è oggi online il servizio sulla diffusione della dipendenza da oppio scritto per East. Si tratta di un viaggio attraverso i centri urbani dell’India, dove oppio, eroina e droghe sintetiche stanno prendendo sempre più piede, a tutti i livelli, tra i poveri e tra i rampolli delle famiglie più agiate.

New Delhi torna lungo il confine indo-cinese. Il ministro della Difesa Antony vola a Nordest

New Delhi torna lungo il confine indo-cinese. Il ministro della Difesa Antony vola a Nordest

Il ministro della Difesa Antony parte alla guida di una missione ufficiale nel Nordest dell’India. Infrastrutture e posizonamento strategico le ragioni principali del viaggio, in un’area dove sono forti gli attriti tra esercito di New Delhi e Pechino. L’approfondimento su Indika.

C’è tensione in Kashmir per la Festa della Repubblica indiana

C’è tensione in Kashmir per la Festa della Repubblica indiana

Oggi l’India celebra il Giorno della Repubblica, ma nel Kashmir indiano la tensione è ancora alta per gli attriti tra destra radicale e separatisti. La polizia ha bloccato il “viaggio della bandiera” organizzato dal BJP, mentre a Srinagar i separatisti sono pronti a sabotare le celebrazioni.

Pesanti critiche ad Arundhati Roy per le sue dichiarazioni sul Kashmir. Ecco la reazione della scrittrice indiana

Pesanti critiche ad Arundhati Roy per le sue dichiarazioni sul Kashmir. Ecco la reazione della scrittrice indiana

La scrittrice indiana Arundhati Roy rischia l’arresto per le sue dichiarazioni sulla presenza delle truppe indiane in Kashmir. Sull’onda delle critiche subite nei giorni scorsi, la Roy ha rilasciato un nuovo commento, scritto, che proponiamo in questo post

Violenze anti-cristiani in Kashmir. Uccisi 17 musulmani.

Violenze anti-cristiani in Kashmir. Uccisi 17 musulmani.

Violenze contro i cristiani in Kashmir…il Papa in persona è intervenuto con un messaggio di condanna contro l’odio e le violenze, precisando poi “anti-cristiane” . Condanna che noi di Indika condividiamo fermamente, sebbene qualche puntino sulle ‘i’ debba per forza essere messo! A partire dall’estensione della solidarietà a tutte le confessioni religiose, compresi i barbuti musulmani, ormai associati nell’immaginario di molti ‘divoratori di tg italiani’ alla stregua di uomini bomba o di talebani armati e rintanati in qualche grotta in mezzo alle montagne!

Continua il coprifuoco in Kashmir. Il 2010 “l’anno dell’uccisione dei teenager”.

Continua il coprifuoco in Kashmir. Il 2010 “l’anno dell’uccisione dei teenager”.

In poco più di un mese uccisi 14 civili in Kashmir, soprattutto giovani e giovanissimi. Le proteste della popolazione continuano, così come il coprifuoco imposto dalle autorità indiane di stanza nel territorio conteso tra India e Pakistan.

Spari nella folla, ragazzo di 22 anni ucciso dai paramilitari. Il Kashmir si prepara ad un’altra estate di violenza

Spari nella folla, ragazzo di 22 anni ucciso dai paramilitari. Il Kashmir si prepara ad un’altra estate di violenza

I paramilitari indiani sparano alla folla di manifestanti. Da inizio giugno già sei civili uccisi dalla polizia. Il Kashmir si prepara ad un’altra estate di sangue.

Manmohan Singh apre al dialogo in Kashmir. “Tolleranza zero” per i crimini dell’esercito.

Manmohan Singh apre al dialogo in Kashmir. “Tolleranza zero” per i crimini dell’esercito.

Pubblicato su Lettera22. Il premier indiano in visita in Kashmir apre le porte al dialogo con i separatisti moderati. Promessa anche tolleranza zero per i militari colpevoli di violenze o soprusi nei confronti della popolazione civile. Sospeso soldato accusato di aver ucciso tre innocenti fingendo uno scontro a fuoco, in cambio della taglia.

Rivendicata la bomba di Pune. “Niente pace senza apertura sul Kashmir”

Rivendicata la bomba di Pune. “Niente pace senza apertura sul Kashmir”

Il Lashkar-e-Toiba al-Alani rivendica l’attentato di Pune. “La chiusura dell’India sul Kashmir” e “l’alleanza India – Stati Uniti” sono il movente. La polizia indiana ha arrestato 4 sospetti, emessa anche una taglia di 158 mila euro. L’aggiornamento

La violenza dilaga a Srinagar dopo l’uccisione di un ragazzo. Imposto il coprifuoco

La violenza dilaga a Srinagar dopo l’uccisione di un ragazzo. Imposto il coprifuoco

Ucciso da un lacrimogeno a 15 anni mentre va al campo di criket. Nella capitale estiva del Kashmir continuano con intensità crescente le manifestazioni di protesta, con scontri e feriti. Le autorità indiane impongono il coprifuoco.

Scontro a fuoco lungo il confine indo-pakistano nel giorno della Repubblica indiana

Scontro a fuoco lungo il confine indo-pakistano nel giorno della Repubblica indiana

Scontri a fuoco lungo il confine indo-pakistano nel giorno della Festa della Repubblica indiana. Presunti militanti pakistani cercano di penetrare in territorio indiano, ma si scontrano con la Border Security Force. Continuano gli scontri lungo la LoC, giunti a 15 dall’inizio del 2010.

Spari lungo la linea di Cessate il Fuoco tra India e Pakistan.

Spari lungo la linea di Cessate il Fuoco tra India e Pakistan.

Ennesima sparatoria tra soldati indiani e pakistani lungo il confine. Gli indiani aprono il fuoco con armi automatiche in direzione della postazione pakistana, lamentando un’aggressione da parte di “terroristi” islamici. Pronta risposta dei militari di Islamabad, che per il futuro promettono rappresaglie più pesanti. La scorsa settimana un soldato indiano ucciso lungo il fronte, mentre civile pakistano rapito in uno sconfinamento delle truppe indiane.