Jammu, 29 giugno 2009. Cresce la tensione tra India e Pakistan lungo il confine del Jammu e Kashmir. Secondo le ScreenShot159dichiarazioni di Basanth Rath (fonte è la rivista pakistana Down), sovrintendente della polizia indiana nel distretto nordoccidentale del paese, alcuni colpi di arma da fuoco provenienti dalla “parte pakistana” avrebbero ucciso un soldato indiano nella sua postazione di controllo. Il fatto è accaduto stamattina, e già le agenzie di stampa internazionali  hanno dato la notizia, precisando che l’attacco è avvenuto nell’are di Punch, situata a 155 miglia a nordovest di Jammu, capitale invernale dello stato di Jammu e Kashmir.

Ancora da chiarire la dinamica dei fatti, ma è chiaro come i responsabili dell’uccisione possano essere militari pakistani, oppure guerriglieri provenienti dall’Azad-Kashmir (il Kashmir “liberato”, controllato dal Pakistan), intenzionati a penetrare in territorio indiano. Al momento le autorità pakistane non hanno ancora commentato l’accaduto.

Lungo il confine tra India e Pakistan in Kashmir, noto come “line of control”, vige dal 2003 un accordo di cessate il fuoco bilaterale, il quale è stato tuttavia rotto in più occasioni, a seguito di scaramucce tra i rispettivi schieramenti militari.

Ieri a Lahore, il premier pakistano Yousuf Raza Gilani ha dichiarato che il dialogo tra le due potenze nucleari, non potrà mai arrivare ad una pace duratura fintanto che New Delhi non accetterà di trattare il problema Kashmir. “Il Kashmir è una questione centrale, e la sua risoluzione è necessaria per una pace duratura nella regione – ha dichiarato in coferenza stampa Gilani -. Ignorarla nel dialogo con l’India non aiuterà a sostenere il processo di pace”. Per Islamabad, il Kashmir resta uno dei punti cruciali nell’agenda di politica estera, che include la costituzione di buone relazioni con “tutti i vicini”, compresi oltre all’India anche Afghanistan, Iran e Cina.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.