Autore: Stefano Beggiora (vedi profilo completo a fondo pagina)

Sonum: spiriti della giungla
Lo sciamanismo delle tribù Saora dell’Orissa
Pref. di Romano Mastromattei

Franco Angeli, Milano, 2003
Antropologia Culturale e Sociale
(pp. 208, euro 18. Isbn: 88-464-4594

Recensione di Davide Torri

Frutto di cinque anni di studi, spedizioni, ricerche e soggiorni nei più remoti villaggi tribali dell’Orissa, questo libro si rivela una preziosa chiave d’accesso ad un patrimonio magico-religioso e ad una tradizione culturale particolare e complessa. L’universo religioso dei Saora ci viene qui per la prima volta disvelato da un giovane studioso italiano. Partendo dall’analisi degli antichi testi indiani, quali l’Aitareya Brahmana, il Vishnu purana ed il Mahabharata, Beggiora rintraccia i riferimenti ai Saora e li colloca in un quadro ben preciso: a margine della società castale da tempo immemorabile, depositari di saperi legati al mondo della foresta e per ciò stesso ritenuti esseri semi-soprannaturali dagli abitanti delle città, i Saora mantengono intatte antiche tradizioni sciamaniche, ponendo al centro della loro vita religiosa kuramboi e kuranmaran (termini che indicano rispettivamente le sciamane e gli sciamani), gli unici in grado di rapportarsi con la vasta gamma di entità preternaturali che popolano il cosmo, condividendolo con gli uomini. La via di accesso al sacro passa per le strade maestre del sogno e dell’esperienza estatica. E’ infatti in un cosmo sottile che i kuran rintracciano cause e corrispondenze e il libro ben descrive come essi, a volte, non solo abbiano maestri invisibili, ma anche sposi e spose e addirittura prole nel mondo degli spiriti.
Il complesso pantheon dei Sonum, le divinità, gli spiriti e i demoni della giungla è esposto ed analizzato con dovizia di particolari, così come ampio spazio è dedicato alle concezioni relative all’anima e al destino di questa dopo la morte, una volta che abbia lasciato questa terra per il Kinorai, l’aldilà. Altri capitoli sono dedicati alla trattazione esaustiva della cosmologia, dei rituali e degli anital, le decorazioni rituali eseguite all’interno delle abitazioni, raro esempio di arte figurativa legata alle pratiche sciamaniche.
Un pregio considerevole di questa opera è lo stile brillante in cui è scritta, che affianca ad un rigoroso impianto scientifico una prosa mai pedante, rendendolo fruibile anche ad un pubblico di non-specialisti.

Indice

Romano Mastromattei, Prefazione

Nota introduttiva

Sulle origini
(Etimologia del nome Saora; Antiche fonti; Una scuola di pensiero; I Saora oggi, tra pianure colline e piantagioni dell’Assam)

Spazio empirico ed universo ctonio
(La presenza di due anime; Nascita e formazione; Status di esistenza prima e dopo la morte; Stati di coscienza; Il problema di Sonum; La foresta degli spiriti)

Un varco verso l’aldilà
(Classi sciamaniche e tipologia iniziatica; Il maestro sottile e figure subordinate; Figura femminile; L’importanza della trance e testimonianze raccolte)

Il mondo dei morti
(In viaggio verso il Kinorai; Riti funebri; Cremazione; Guar; Karja; Musica e danza nel rituale saora)

Anital e arte sciamanica
(Descrizione e funzione dell’anital; Riflessioni sugli anital documentati e sul movimento dei sonum; Avvento del Cristianesimo e distruzione della tradizione)

Osservazioni finali

Appendice
(Sui sacrifici umani; Glossario dei termini saora)

Indice analitico dei termini in sanscrito

Bibliografia

Filmografia

Repertorio fotografico

NOTE SULL’AUTORE: Stefano Beggiora si occupa di società e culture orientali, con particolare attenzione all’India, già dagli inizi degli anni ’90. Specializzato nello studio dello sciamanismo e delle culture tribali lavora dal 1998 nello stato dell’Orissa, conducendo ricerche di taglio antropologico e attività di cooperazione allo sviluppo. In questi ultimi anni ha inoltre svolto missioni di studio anche in Assam, Arunachal Pradesh e in Mongolia. Ha collaborato con molte università italiane, fra cui ‘La Sapienza’ e ‘Tor Vergata’ di Roma, la ‘Bicocca’ di Milano, l’Università degli studi di Torino, Padova, Siena, l’Aquila e altre partecipando a convegni, seminari e pubblicando articoli per riviste scientifiche specializzate nazionali e internazionali. Nel 2003 pubblica, per la collana Antropologia culturale e sociale della casa editrice Franco Angeli (Milano), il libro: Sonum: spiriti della giungla. Lo sciamanismo delle tribù Saora dell’Orissa, di cui è in preparazione un seguito. Esperto in fonica e tecniche audio-visive, ha realizzato una decina di documentari relativi ai temi di studio in India e in Mongolia. Già laureato in Lingue e Letterature Orientali (Hindi) presso l’Università degli Studi Ca’ Foscari di Venezia, dal 2006 è Dottore di Ricerca in Civiltà dell’India e dell’Asia Orientale. Nel 2007 conduce un progetto di monitoraggio economico del Fondo Sociale Europeo a Mumbai relativo alle imprese italiane in India e ai comparti formativi universitari. E’ imminente la pubblicazione di un secondo libro di taglio economico e socio-politico sul Subcontinente indiano. Attualmente, Stefano Beggiora insegna a Venezia e a Bolzano e, parallelamente alle attività di ricerca scientifica, promuove progetti di formazione e mediazione culturale fra Italia e India.

Leave a Reply

Your email address will not be published.