Islamabad, 26 giugno 2009. Fino ad oggi, le cronache legate alla contesa tra India e Pakistan per il Kahsmir ci aAzad Kashmirvevano abituato a leggere di attentati a Srinagar, o nei pressi di Jammu, nella parte dello stato controllata dalle Forze di Sicurezza di New Delhi. E’ dell’ultima ora però, la notizia di un attentato suicida nell’Azad Kashmir, ovvero il “Kashmir liberato”, che comprende la parte di territorio sotto il controllo delle truppe di Islamabad. Reuter India parla di un singolo attentatore, il quale si sarebbe fatto saltare in aria dopo essersi avvicinato ad un veicolo dell’esercito, uccidendo due militari. Non è ancora nota l’identità del kamikaze, e nemmeno l’organizzazione di appartenenza, tuttavia si può ipotizzare che l’attentato di stamattina sia una conseguenza dell’offensiva attuata dall’esercito pakistano contro i Talebani nel Nordovest del paese, al confine con l’Afghanistan, in collaborazione con Washington. Non si esclude però, possa essere una sorta di avvertimento lanciato ad Islamabad dalle organizzazioni islamiche in lotta per la liberazione del Kashmir (dall’occupazione indiana), dopo i recenti segnali di distensione e la riapertura del dialogo con New Delhi.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.