Srinagar, 39 giugno 2009. Le Forze di Sicurezza indiane in Kashmir hanno imposto il coprifuoco a Baramulla, città  situata lungo il confine con il Pakistan, nella parte nordoccidentale dello stato, a 55 chilometri dalla capitale estiva Srinagar. La decisione è stata presa in seguito alle violente proteste innescate dalle presunte molestie inflitte dai soldati indiani ad una donna locale. Nel corso degli scontri un ventenne kashmiro è rimasto ucciso, mentre i feriti sarebbero decine, alcuni anche gravi.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.