maoistsRaipur, 22 giugno 2009. Le forze di sicurezza indiane hanno pochi dubbi, ci sarebbe la mano dei Maoisti dietro l’attentato che ieri mattina ha ucciso 12 poliziotti nelle zone tribali del Chattisgarh, nel Centro India. Stando alle prime frammentarie informazioni, gli agenti sarebbero saltati su una mina terrestre mentre transitavano con un mezzo militare.

Analoga dinamica il giorno precedente (sabato) a Tongapal, cittadina situata a 500 chilometri a sud di Raipur, dove come dichiarato dall’Ispettore generale della polizia del Chattisgarh T.J. Longjumer (fonte Reuters) un’esplosione avrebbe ferito 11 agenti che si stavano spostando su assieme ad altri 36 militari su un camion nella giungla. Ne è seguito uno scontro a fuoco con i ribelli, costato la vita a 7 Maoisti.

Nei giorni scorsi è stato predisposto lo spiegamento di nuove forze per arginare l’emergenza Maoisti, ma a quanto pare i ribelli sono riusciti a rallentare la logistica e gli spostamenti dei militari tramite continue azioni di guerriglia.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.