Srinagar, 25 Giugno 2012. Un rogo rade al suolo uno dei templi Sufi piu’ antichi e importanti di Srinagar, capitale del Kashmir controllato dall’India (fonte Reuters). E’ accaduto questa mattina a seguito della ripresa degli scontri tra giovani indipendentisti e autorita’ locali sulle strade della capitale kashmira. Sebbene l’ultimo anno sia stato caratterizzato dal netto ridimensionamento delle violenze in Kashmir, registrando il minimo storico da quando nel 1989 ha avuto inizio la rivolta anti-indiana nell’ex Regno conteso da India e Pakistan, gli scontri sono comunque esplosi assieme all’arrivo del caldo estivo, cosi’ come avviene di anno in anno.  Le autorita’ governative dichiarano il ferimento di sei poliziotti durante le sassaiole dei dimostranti, seguite come di consueto dalla risposta della polizia con i gas lacrimogeni.

Reuters riporta che le violenze odierne sarebbero una conseguenza dell’incendio appiccato all’antica moschea Dastgeer Sahib durante la preghiera mattutina. Il tempio, costruito con i legnami del Kashmir 350 anni fa, custodisce una preziosa reliquia di Sheikh Abdul Qadir Jeelani, santo Sufi del XI secolo. Stando alle prime ricostruzioni, le fiamme sono divampate dal tetto, per poi estendersi all’intera struttura, andata irrimediabilmente distrutta. Le cause dell’incendio sono in fase di accertamento, ma le fiamme divampate nel cuore della citta’ hanno provocato la feroce reazione da parte dei musulmani kashmiri, rivolta alle truppe indiane che loro considerano “di occupazione” in Kashmir.

Il disastro di oggi lascia intendere una ripresa decisa delle violenze in Kashmir, che continuano a ripetersi estate dopo estate in un circolo di omicidi e soprusi ad oggi senza soluzione.

Unica nota positiva, la reliquia del santo e’ stata messa in salvo.

One Response to "Moschea in fiamme in Kashmir. Esplodono le violenze nelle strade"

  1. italy-india  28 agosto 2012

    Le tensioni etniche sono uno degli ostacoli più grandi ed insidiosi allo sviluppo dell’India….

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.