Bhubaneswar,  Settembre 2010. Fulvio Biancifiori è un eccellente fotografo italiano, più volte impegnato in reportage nelle zone più sperdute del pianeta, dall’Asia all’Africa, dal Medioriente al Sudamerica. Nella sua lunga carriera professionale, come freelance ha lavorato con l’Agenzia delle Nazioni Unite, e attualmente collabora con il dipartimento di Studi sull’Asia Orientale dell’Università Cà Foscari di Venezia.

Per sua cortese concessione, pubblichiamo oggi un suo reportage realizzato in Orissa, nel cuore della giungla in cui ancora oggi la maggioranza della popolazione rientra tra le cosiddette scheduled tribles, ovvero popolazioni tribali. Sono questi gruppi autoctoni i veri detentori delle tradizioni originarie dell’India, testimoni di un passato ricco di storia e fascino, che l’autore tenta di scoprire attraverso l’obbiettivo.

I “watermark ” di indika impressi sulle foto sono stati inseriti in accordo con lo stesso autore,  per limitare la diffusione non autorizzata delle stesse. Complimenti a Biancifiori per lo spessore del suo lavoro, e un grazie per aver contribuito ad arricchire l’area dedicata alle foto in Indika.

Orissa: reportage tra i tribali, di Fulvio Biancifiori

 

 

3 Responses to "Orissa: reportage tra i tribali, di Fulvio Biancifiori"

  1. Katia  6 novembre 2015

    Che foto splendide!!

  2. Pingback: Italiani rapiti dai Maoisti. Luci e ombre sul Corridoio Rosso | Indika

  3. Pingback: Hamara gaon, hamara raj! Di Stefano Beggiora, prima parte. | Indika

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.