Dushanbe, 31 luglio 2009. Nel corso della recente visita del presidente pachistano Zardari in Tajikistan, è stato Afghan Womenstipulato un patto di cooperazione trilaterale che coinvolgerà anche l’Afghanistan. Commercio, energia e comunicazioni in cima alla lista, con l’aggiunta del problema terrorismo ed estremismo quali sfide da affrontare assieme. Nel corso del meeting avvenuto alle porte di Dushanbe, come riportato dall’agenzia pakistana Dawn, i leader di Afghanistan, Pakistan e Tajikistan hanno sottolineato l’importanza di lavorare assieme per favorire l’intensificazione delle relazioni economiche, mirando alla creazione di nuove centrali di produzione energetica, e pianificando la costruzione di una linea ferroviaria destinata ad agevolare lo spostamento di merci e persone tra i tre paesi. Altrettanto importante, come accennato, la questione terrorismo, riconosciuta da tutti e tre i leader come una problematica endemica all’interno dei rispettivi confini nazionali, per cui deve essere contrastata anche coinvolgendo le autorità locali. A tale proposito, è stato siglato un accordo ‘storico’ di cooperazione nella lotta congiunta alle organizzazioni terroristiche: “Affronteremo assieme la sfida”, ha commentato Zardari, aggiungendo come parte della soluzione del problema terrorismo debba passare anche attraverso un aumento del benessere delle future generazioni. Per dimostrare il peso dato dai tre stati al nuovo accordo di cooperazione, la proposta patrocinata da Zardari, di organizzare annualmente una tavola rotonda per analizzare i progressi fatti e stabilire nuovi traguardi. D’accordo anche il presidente afgano Hamid Karzai e quello Tajiko Emamoli, i quali hanno sostenuto l’iniziativa di Zardari, sottoscrivendo una dichiarazione congiunta.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.