Islamabad, 12 giugno 2009. Il Pakistan aumenta il suo peso nella ‘lista dei desideri’ degli Stati Uniti. E’ di queste ore la bin-ladennotizia rilanciata dalle agenzie di stampa (fonte Reuters), secondo la quale il leader di Al Qaeda, Osama bin Laden sarebbe nascosto da qualche parte in Pakistan. Lo ha dichiarato il direttore della CIA Leon Panetta, facendo riferimento alle indagini condotte dai servizi segreti americani in territorio pakistano. Alla luce della crescente collaborazione militare tra Washington e Islamabad nella lotta la terrorismo, Panetta ha espresso la speranza di riuscire a scovare e catturare in uno sforzo congiunto, il pericoloso terrorista implicato (tra gli altri) negli attentati dell’11 settembre a New York. “Trovare Bin Laden è una delle maggiori priorità – ha commentato il direttore della CIA -. Una delle nostre speranze è che se i pakistani si muoveranno militarmente, in sintonia alle nostre operazioni, avremo chance migliori” di catturarlo.

Al Quaeda rimane la principale minaccia per la sicurezza degli Stati Uniti, per questo da Washington continuano le azioni volte a scardinare la rete costituita dall’organizzazione in Afghanistan e Pakistan, puntando poi ad altri ‘lidi felici’ per il terrorismo come Yemen e Somalia.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.