Pakistan

Asia meridionale

In diretta da Peshawar. Al via offensiva militare a Bara

In diretta da Peshawar. Al via offensiva militare a Bara

Peshawar, la città di confine attende un nuovo scontro nelle Zone Federali ad Amministrazione Tribale. Evacuati due villaggi nell’area di Bara, l’esercito si prepara a colpire il Lashkar-e-Islam.

In diretta. Pakistan e Afghanistan sulla caccia ai guerriglieri lungo il confine

In diretta. Pakistan e Afghanistan sulla caccia ai guerriglieri lungo il confine

Botta e risposta tra Pakistan e Afghanistan sulla caccia ai talebani pakistani. La Linea Durand continua a far sentire il suo peso sui rapporti tra i due fragili vicini, intanto la militarizzazione dell’area continua inesorabile.

Lahore, una notte con i mistici sufi.

Lahore, una notte con i mistici sufi.

La sera del mio arrivo a Lahore, ho avuto la possibilità di partecipare ad un incontro di sufi nel Santuario di Baba Shah Jamal. Devo dire che il fascino esercitato dal misticismo islamico e la consapevolezza di poter assistere ad una seduta estatica aveva dettato i tempi dell’organizzazione del mio viaggio, rendendo quasi inevitabile la […]

India e Afghanistan più vicini. Il Pakistan accerchiato dal nemico di sempre

India e Afghanistan più vicini. Il Pakistan accerchiato dal nemico di sempre

Nuovi accordi tra Singh e Karzai per il futuro dei rapporti India-Afghanistan. Economia e sicurezza sul piatto della trattativa, ma per New Delhi il rinnovato deal con Kabul vale una posizione strategica nello scacchiere asiatico. Ecco il commento.

Spari e tre morti lungo il confine Indo-Pakistano. Il confronto prosegue anche sui media

Spari e tre morti lungo il confine Indo-Pakistano. Il confronto prosegue anche sui media

Scontro a fuoco lungo il confine Indo-Pakistano, in Kashmir. Tre le vittime tra i soldati di Islamabad. Al confronto sul campo di battaglia, segue quello mediatico. Ecco i fatti e la rielaborazione ‘filtrata’ delle notizie dai rispettivi quotidiani nazionali… un punto di vista diverso.

Notte di sangue a Karachi, altre 23 vittime nella metropoli più violenta del Pakistan

Notte di sangue a Karachi, altre 23 vittime nella metropoli più violenta del Pakistan

Notte di sangue a Karachi. Altri 23 morti sulle strade, a seguito degli scontri tra fazioni rivali. Poco credibile la teoria delle bande rivali in lotta. Nei primi 6 mesi dell’anno almeno 490 omicidi di natura politica, etnica e religiosa.

Traffico di esseri umani, ancora vittime tra Iran e Pakistan

Traffico di esseri umani, ancora vittime tra Iran e Pakistan

Gruppo di disperati pakistani in fuga muoiono oltre il confine con l’Iran. Erano salpati sull’ennesimo cargo clandestino alla rincorsa di un futuro più dignitoso in Inghilterra o in Arabia. Continua senza la piaga del traffico di esseri umani ma Islamabad non riesce a porvi un freno.

Karachi soffocata dalle violenze. 5.000 assasini liberi di uccidere

Karachi soffocata dalle violenze. 5.000 assasini liberi di uccidere

L’ombra della disfatta si allunga sulle strade di Karachi, bagnate giorno dopo giorno dal sangue di combattenti e innocenti, tutti vittime di una guerra che sembra senza fine. A fomentare l’attuale stato di violenza, contribuiscono l’inadeguatezza di uomini e mezzi di polizia schierati sul campo, e la mancanza di aiuti esterni necessari per individuare una soluzione. Ecco l’analisi

Eroina e oppiacei invadono le strade della Nuova India. Da East 37.

Eroina e oppiacei invadono le strade della Nuova India. Da East 37.

Cari lettori, è oggi online il servizio sulla diffusione della dipendenza da oppio scritto per East. Si tratta di un viaggio attraverso i centri urbani dell’India, dove oppio, eroina e droghe sintetiche stanno prendendo sempre più piede, a tutti i livelli, tra i poveri e tra i rampolli delle famiglie più agiate.

Af-Pak, ‘Una frontiera esplosiva’. Articolo pubblicato dalla rivista Il Mulino

Af-Pak, ‘Una frontiera esplosiva’. Articolo pubblicato dalla rivista Il Mulino

Vista l’incapacita’ di fronteggiare le incursioni di guerriglieri dall’Afghanistan, il governo Pakistano sta seriamente pensando di creare un fronte di filo spinato e mine lungo le zone piu’ critiche della Linea Durrand. Un’assurdita’, che andrebbe a peggiorare le condizioni di sicurezza di un Paese gia’ martoriato dalle mine anti uomo disseminate durante l’Invasione Russa.

Aggiornamento sugli attentati di Mumbai. Sale a 21 il numero delle vittime, nessuna rivendicazione

Aggiornamento sugli attentati di Mumbai. Sale a 21 il numero delle vittime, nessuna rivendicazione

Aggiornamento sugli attentati di Miumbai. Sale a 21 il numero delle vittime, ma si attende ancora la rivendicazione. Città stretta nella morsa della polizia, caccia ai responsabili. Ecco la cronaca e alcune considerazioni.

Dopo 102 vittime e 5 giorni di scontri, i ranger vicini al controllo di Karachi

Dopo 102 vittime e 5 giorni di scontri, i ranger vicini al controllo di Karachi

Dopo 102 morti e 5 giorni di scontri, la polizia pakistana ha ripreso il controllo nella città di Karachi. Non tutti i focolai di violenza sono spenti però, come dimostrano i 13 morti della nostte scorsa, quando a Qasba Colony si sono uditi anche colpi di mortaio e granate.

Prime 12 vittime per il Monsone in Pakistan. Ad un anno dalla tragedia del Sindh torna l’incubo alluvioni

Prime 12 vittime per il Monsone in Pakistan. Ad un anno dalla tragedia del Sindh torna l’incubo alluvioni

Le piogge torrenziali del Monsone mietono 12 vittime in Pakistan. Emergenza in Punjab, lungo il confine con l’India, dove crolli di tetti e abitazioni abbattute hanno riportato alla memoria la tragedia dell’agosto 2010. La cronaca e il ricordo delle migliaia di vittime dello scorso anno

Pakistan alla deriva. Qui si spargono bombe con la destra e cerotti con la sinistra

Pakistan alla deriva. Qui si spargono bombe con la destra e cerotti con la sinistra

..non posso accettare con un bel sorriso sulle labbra quanto sta accadendo in Pakistan, dove l’esercito USA continua a spargere bombe e armi con la destra, per porgere i cerotti con la sinistra… Due considerazioni sul sostegno internazionale alla ripresa dell’economia pakistana.

Pakistan, giornalista ucciso perchè sapeva troppo sui legami tra esercito e Al Quaeda

Pakistan, giornalista ucciso perchè sapeva troppo sui legami tra esercito e Al Quaeda

Il giornalista pakistano Sayed Saleem Shahzad è stato ucciso perchè indagava sui legami tra Al Quaeda ed esercito. Il governo ha aperto un’inchiesta ufficiale, promettendo l’individuazione dei colpevoli. Il Pakistan tra le nazioni con il maggior tasso di mortalità dei giornalisti.