Da tempo avevo accumulato sullo scaffale una pila di libri a me particolarmente cari, con l’intenzione prima o poi di segnalarli all’interno di Indika. Finalmente sono riuscito a trovare il tempo per farlo, pertanto vi propongo una carrellata di riferimenti bibliografici mirati, che spaziano dal Subcontinente indiano al Medio Oriente. Non riesco a scrivere la ‘mia’ recensione, tuttavia riprendo la presentazione direttamente dalla quarta di copertina. Tutti i libri proposti sono a mio parere di grande interesse e ne consiglio vivamente la lettura.

Terre ignote strana gente. Storie di viaggiatori medievali

Di Duccio Balestracci

Editori Laterza 

Nell’India meridionale gli zoroastriani sono così onesti che un apposito funzionario raccoglie per strada gli oggetti smarriti e si mette in cerca dei proprietari. Le donne del Terre Ignote strana genteMalabar sono le più disinibite e nelle Canarie la gelosia è un sentimento sconosciuto. Nelle acque di Alessandria vive un pesce delizioso sia arrostito che bollito, ma mangiarlo provoca imbarazzanti sogni erotici. Il deserto Iwalatan, nel Mali, è abitato da geni cattivi che fanno smarrire i viaggiatori solitari spostando magicamente le dune. Questa è solo una parte del mondo incantato, tra cronaca e invenzione, che prende vita dai resoconti dei viaggiatori medievali. Le loro favole sono solo uno stratagemma per catturare l’attenzione del lettore, in realtà «chi viaggia non è interessato più di tanto a cercare e a descrivere le fantasticherie dell’universo sognato, ma è soprattutto attirato dal ‘modo’ in cui gli altri vivono, e resta incuriosito quando rileva che questo ‘modo’ è diverso dal proprio». L’autore cede la parola agli antichi viaggiatori. Sono loro a raccontare da protagonisti un’affascinante epica della fantasia e della curiosità.

Duccio Balestracci insegna Storia medievale all’Università di Siena. Si è occupato di storia delle classi sociali in città e in campagna e degli aspetti della guerra e della festa.

Leave a Reply

Your email address will not be published.