Nei giorni scorsi a Roma, si è svolta la presentazione di Internazionale a Ferrara, il noto festival giornalistico che dal 5 al 7 ottobre darà voce e spazio a giornalisti, fotoreporter, scrittori e blogger da tutto il mondo. Come da tradizione, anche per l’imminente edizione sono previsti degli approfondimenti sull’Asia con interventi distribuiti nelle diverse giornate. Segnaliamo però l’incontro di sabato 6 ottobre alle ore 11, presso il teatro Comunale dove si svolgerà ‘Ritratto in Bianco e Nero’, le contraddizioni della crescita economica dell’India. Saranno presenti Siddhartha Deb, scrittore indiano autore di Belli e Dannati, Gyan Prakash, storico indiano autore di La città color zarrerano, Sanjay Reddy, economista indiano, il ruolo di moderatore spetta a Junko Terao della redazione di Internazionale. ‘Ritratto in Bianco e Nero’ è uno dei numerosi eventi che animeranno Ferrara durante la tre giorni di Internazionale, ricchissima anche quest’anno di appuntamenti per tutti i gusti. Riporto qui di seguito il comunicato stampa dell’evento, con ulteriori informazioni e dettagli… ci vediamo tutti a Ferrara.

….

Presentata oggi a Roma presso la Rappresentanza in Italia della Commissione europea, la sesta edizione del festival di giornalismo Internazionale a Ferrara. Intervengono il direttore di Internazionale Giovanni De Mauro, Thierry Vissol, consigliere speciale Media e Comunicazione della Rappresentanza in Italia della Ce, il sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani, Paolo Marcolini presidente Arci Ferrara, Sergio Cecchini direttore della Comunicazione Medici Senza Frontiere, Walter Dondi direttore Fondazione Unipolis, Marino Sinibaldi direttore di Radio3. Con interventi di Ugo Biggeri, presidente di Banca etica e di Fabio Laurenzi presidente Cospe. Nell’anno del terremoto che ha sconvolto l’Emilia, Internazionale non abbandona Ferrara e anzi fa sentire più forte la voglia di esserci e lavorare a una ricostruzione che passa anche dalla cultura. “Sarà un anno particolare, un’edizione particolare. Noi abbiamo cercato di rispondere con un programma che offrisse gli strumenti per interpretare il presente” dice il direttore Giovanni De Mauro. Si apre il 5 ottobre la sesta edizione di Internazionale a Ferrara che con 171 ospiti, oltre 100 incontri per quasi 200 ore di programmazione conferma l’alto standard delle passate edizioni.

Filo conduttore di quest’anno la crisi, intesa però come opportunità di rinnovamento. Tanti i nomi della cultura e del giornalismo mondiale che si ritroveranno nella città estense per affrontare e dibattere questo tema da ogni punto di vista.

Da Jayati Ghosh a Manal al Sharif. Da  Philip Gourevitch a Giovanni Tizian. Da don Luigi Ciotti a Simon Kuper. Da Gameela Ismail a David B. Attesissimo il grande incontro con Susanna Camusso intervistata dalla giornalista israeliana Amira Hass. Centrale l’informazione con Alan Rusbridger, direttore del Guardian, e David Carr, media columnist del New York Times. Per gli eventi serali, il dj-set del cantautore Vinicio Capossela, gli attori del Teatro Valle occupato con Tutto il nostro folle amore! e David Riondino con un gruppo di improvvisatori cubani.

Tutto il programma sul sito del festival all’indirizzo www.internazionale.it/festival/programma

Internazionale a Ferrara è promosso da Internazionale, Comune di Ferrara, Provincia di Ferrara, Regione Emilia-Romagna, Università di Ferrara, Fondazione Teatro Comunale di Ferrara, Ferrara Terra e Acqua, Arci Ferrara e Associazione IF.

Il festival è reso possibile dalla collaborazione di Medici senza frontiere, della Rappresentanza in Italia della Commissione europea e di Presseurop, con il sostegno di Eni, Fondazione Unipolis, Unipol, Coop, Sammontana, Banca Etica. Si ringrazia Tiscali per la media and technical partnership; Radio3, Il Post, Euranet, Euronews, Rai GrParlamento per la media partnership.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.