copertina libroA cura di Cecilia Cossio.

Cultrice e vera esperta di cinema indiano, Cecilia Cossio è autrice di un e-book dal titolo “Allarme a Bollywood. Dilaga la febbre del remake!”. Si tratta di testi raccolti in un’ antologia aventi come tema comune il rifacimento di film (indiani) del passato, una pratica diventata di grande attualità nel cinema di Bollywood.

Utile forma di esercizio artistico, sfida o tributo a mostri sacri o preoccupante carenza di idee originali? Questi gli interrogativi che si pongono davanti a questa dilagante febbre che sembra aver colpito molti registi indiani. A ben vedere, tuttavia, più che un attacco improvviso di un virus influenzal-cinematografico, quella del rifacimento è nell’India del cinema – come del resto altrove – pratica antica e consolidata. Dal lontano 3 maggio 1913, quando Dadasaheb Phalke aveva deliziato uno scelto pubblico di Bombay con la “prima volta sullo schermo” di un film indiano a soggetto, Raja Harishchandra, la vicenda del sovrano eponimo ha avuto una decina di riproposizioni. Il caso più famoso rimane quello di Devdas, che inizia con l’omonimo romanzo di Sharatchandra Chattopadhyay del 1917, si impone con il film di PC Barua del 1935, a sua volta remake del precedente muto del 1928 di Naresh Mitra, si conferma con il rifacimento di Bimal Roy del 1955, si dissemina in altre versioni, per arrivare al bollywoodiano evento di Sanjay Leela Bhansali del 2002, accompagnato da un “doppio” bengalese, ad opera del veterano Shakti Samant, oscurato dal bagliore del compagno hindi. Senza per altro esaurirsi in semplici (si fa per dire) riproposizioni. Anche Sudhir Mishra e Anurag Kashyap sono stato colpiti dall’infezione. Ma Sudhir ha per ora fatto marcia indietro dopo l’uscita nel 2009 del trionfale remake di Anurag, Dev.D. Tornando agli interrogativi d’apertura, se cioè l’attuale febbre del rifacimento sia dettata dalla penuria di storie originali o se sia una moda innescata da un paio di riproposizioni di successo, è un po’ presto per dare una risposta esauriente. Certo sembra essere diventato una specie di passaggio obbligato, un “esame di maturità” che molti registi sono pronti ad affrontare con baldanza, superandolo talora a pieni voti.

Sommario dell’opera

1. Un remake al giorno leva la noia di torno
2. Duro a morire: Devdas 2002
L’epopea
Devdas 2002
Il regista
Sanjay Leela Bhansali: la musica nel cuore
3. Parineeta (Una donna sposata), 1953 e 2005
Trame!
Parineeta 1953
Parineeta 2005
Il contesto
Toh, chi si rivede!
I registi
Bimal Roy: A Man of Silence
Pradeep Sarkar: chi ben comincia alla metà dell’opera…
4. Umrao Jaan, 1981 e 2006
Trame!
Umrao Jaan 1981
Umrao Jaan 2006
Umrao Jaan 1981: prigioniera della libertà
Umrao Jaan 2006: addio del passato
I registi
Muzaffar Ali: un uomo per tutte le arti
J.P. Dutta: amor di patria indomito
5. Don, 1978 e 2006
Trame!
Don 1978
Don – The Chase Begins Again 2006
La caccia infinita
I registi
Chandra Barot: uno strano destino
Farhan Akhtar: talento ereditario
Codina sul “doppio”
6. Agneepath (La via del fuoco), 1990 e 2012
Trame!
Agneepath 1990
Agneepath 2012
L’ordalia del fuoco
Innanzitutto, Amitabh Bachchan: chi come lui?
Date e dati
Tra gli altri film del XXI secolo
Excerpta di premi e riconoscimenti
I registi
Mukul Anand: un destino interrotto
Karan Malhotra: auguri!
7. I dimenticabili
a. Le fiamme del fuoco
Sholay 1975
Aag 2007
I registi
Ramesh Sippy: un nome, un film
Ram Gopal Varma: un nome, molti generi
b. Debiti e crediti
Karz 1980
Karzzz 2008
I registi
Subhash Ghai: vendetta tremenda vendetta
Satish Kaushik: remake, che passione!
8. Bibliografia
Testi citati
Fonti internet

Note sull’autore

Dal 1978 al 2006 ricercatrice di Lingua e letteratura hindi e docente di Storia dell’India all’Università Ca’ Foscari di Venezia, Cecilia Cossio si occupa da trent’anni di cinema e società indiana, argomento su cui ha pubblicato numerosi saggi e il libro Cinema in India. Lo strano caso di Shashi Kapur (2005). Consulente per l’India alla Mostra del Cinema di Venezia dal 2008 al 2010, cura il settore indiano del portale AsiaMedia [http://asiamedia.unive.it/].

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.